METODO APF

La vastissima complessità del nostro sistema giuridico rende la nostra legislazione una vera e propria giungla, dove orientarsi, è veramente un’impresa molto ardua e difficile.

Tra cavilli, carte bollate e calvari vari è necessario avere un avvocato di fiducia al proprio fianco per qualsiasi evenienza.

Gli imprevisti della vita sono sempre dietro l’angolo, e non si può mai sapere quando si rivelerà necessario entrare in causa per qualsiasi conflitto.

Di questi tempi, soprattutto, assistere un Cliente in una Controversia Giudiziaria comporta il fatto di dover affrontare questioni problematiche di diversa natura che riguardano sia il Cliente e sia l’Avvocato.

Il Cliente perché oltre che farsi carico d’ingenti costi e spese deve pure affrontare tutte le ansie e le preoccupazioni che un processo comporta verso l’esito di un Giudizio che, inevitabilmente, sarà lungo ed incerto.

L’ Avvocato perché, dal canto suo, oltre che dover superare ed affrontare una serie di problematiche, anch’esse di non poco conto, deve rispettare le incombenze deontologiche e                 tecnico – giuridiche scaturenti dalle formalità processuali degli atti , dei termini, e così via.

L’attività professionale dell’Avvocato si articola nel prestare, ai Clienti che ne fanno richiesta, assistenza legale sia in ambito Stragiudiziale che Giudiziale.

Nella maggior parte dei casi il Cliente si rivolge all’Avvocato quando ha già un Processo scaturente da una certa Controversia Giudiziale e non lo fa prima quando, cioè, avvengono i primi fatti che possono far insorgere la Controversia posto che, in questo caso, basterebbe rivolgersi all’Avvocato per richiedere un semplice “PARERE LEGALE” su come affrontare la questione così da ridurre o, addirittura, evitare la Controversia Giudiziale e, quindi , il Processo.

Andare dall’Avvocato prima costa abbastanza poco rispetto a doverci necessariamente andare dopo quando si ha già un Processo da affrontare.

Poiché è incontrovertibile il fatto che sia per i PRIVATI, rispetto alle dinamiche della vita personale e familiare e sia per le IMPRESE, rispetto alle dinamiche del mercato, la complessità è tale dove, ormai, ciascuno è costretto, quotidianamente, a fare scelte di cui si può essere in grado di valutare le possibili conseguenze sul piano legale solo se si ha, affianco, un Avvocato, la prospettiva nuova e corretta che si auspica debba emergere, da parte dell’Avvocato, è quella di “favorire un approccio fidelizzato costante e continuativo con i propri Clienti nell’obiettivo di una maggiore e più intensa attività stragiudiziale che aiuti a prevenire ed attenuare l’insorgenza di questioni controversie che richiedono l’assistenza in giudizio”.

 

Verso questa prospettiva il “METODO APF”, impiegato dal Team di Avvocati che hanno aderito al Programma di Affiliazione AVVOCATOINPRIMAFILA, consente a PRIVATI ed IMPRESE di usufruire di UN’ATTIVITA’ DI “ASSISTENZA LEGALE” CONTINUATIVA dove pagando un COSTO FORFETTARIO ANNUALE (il cui importo varia a seconda se si è Privato o Impresa) IL CLIENTE POTRA’ USUFRUIRE GRATUITAMENTE DI UN TUTOR, CON CUI CONFRONTARSI, CHE FORNIRA’ INFORMAZIONI UTILI VERSO L’ORIENTAMENTO E LA FACILITAZIONE DELLA TUTELA E DIFESA DEI PROPRI DIRITTI DOPOIDICCHE’, SIA L’ASSISTENZA STRAGIUDIZIALE DEL CASO (capace di poter prevenire e/o ridurre l’insorgenza di controversie giudiziali) CHE QUELLA GIUDIZIALE, SE INIVITABILE, VERRA’ RESA DA AVVOCATI AD UN COSTO PREDETERMINATO E CONCORDATO PER ISCRITTO CHE RIMANE FISSO TRA PROFESSIONISTA E CLIENTE (TABELLA COMPENSI).