Home Forums Proprietà Donazione Terreno

Taggato: ,

Stai visualizzando 1 post (di 1 totali)
  • Autore
    Post
  • Saverio Tomaciello
    Partecipante
    Post totali: 1

    Buongiorno,
    scrivo qui per chiedere delucidazioni in merito ad una questione che mio malgrado vede coinvolto me e mio fratello a seguito di una donazione.
    Nel 1994 mio padre dona, mediante atto notarile, le due metà di un fondo inizialmente indiviso a me e mio fratello. I due nuovi fondi hanno numeri di particella differenti e come detto prima della donazione appartenevano allo stesso fondo. Al fondo di partenza, quello di mio padre, essendo intercluso, era concessa una servitù attiva di passaggio su una strada agricola in terra battuta, anch’essa identificabile in catasto terreni attraverso ben due numeri di particella, appartenente ai confinanti con il terreno di mio padre e riportata nell’atto di acquisto effettuato da mio padre.
    Tale servitù di passaggio si interrompe sulla parte di terreno che è diventata la mia particella e nell’atto di donazione di mio padre non è stato riportata nessuna servitù tra i due fondi, mio e di mio fratello: per essere più precisi, sul mio fondo non è specificato nessuna servitù passiva nei confronti del fondo di mio fratello.
    A sua volta, il fondo di mio fratello è confinante sul lato opposto con una strada privata, asfaltata, che è collegata a strada pubblica dopo circa 100 metri. Su tale strada privata inoltre è presente un’attività commerciale (ristorante) il cui proprietario non è proprietario della strada privata sulla quale transita e fa transitare i clienti della sua attività.
    Fatta tale premessa giungo ai seguenti quesiti:
    1. sono tenuto a far transitare mio fratello nel mio fondo o posso recintare la mia proprietà e deve essere lui
    ad intraprendere un’azione legale per farsi eventualmente riconoscere una servitù coattiva?
    2. in caso di azione legale da parte di mio fratello, il giudice potrebbe disporre il suo fondo di una diversa
    servitù sulla proprietà confinante che come detto è una strada privata ed asfaltata collegata dopo circa 100
    metri alla strada pubblica?
    Aggiungo alcune note: (a) se si dovesse attivare una servitù passiva sul mio fondo, ci sarebbe un aggravio abbastanza rilevante, poiché tale fondo si sviluppa in lunghezza e sui lati piccoli da un lato è confinante con il fondo di mio fratello e dall’altro con la strada agricola in terra battuta, pertanto il mio fondo sarebbe attraversato interamente dalla servitù precludendo la coltivazione su circa il 40% del terreno, (b) nel passare su strada privata asfaltata della quale è proprietaria anche sua moglie, mio fratello non dovrebbe avere nessun esborso in quanto, come dicevo sono confinanti e soprattutto è da anni che nel suo fondo ha creato una stradina che sbocca proprio su tale strada privata.
    Comprendo che la situazione è un pò incasinata e se necessario fornirò ulteriori dettagli.

    Grazie.

Stai visualizzando 1 post (di 1 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.