Home-new Forums Proprietà Copyright Claim Aziendale

Taggato: 

Stai visualizzando 2 post - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Post
  • Anonimo
    Inattivo
    Post totali: 1

    Salve,
    sono un neoimprenditore che da circa un anno sta sperimentando un nuovo business online relativo alla vendita di prodotti per le mestruazioni.
    Ho creato un e-commerce nel Luglio 2020, visibile a chiunque nonostante fosse in fase di test e su cui ho iniziato a sperimentare tutte le possibili varianti di testo, immagini ecc, al fine di avere un sito accattivante.

    Durante il mese di agosto creo un claim aziendale che recitava “Che un nuovo ciclo abbia inizio”, messo in bella vista sulla prima pagina del sito. Solo il 9 settembre inizio la pubblicizzazione del sito di prova per raccogliere dati e verificare che ai clienti piacesse.
    Da quel giorno, il claim è rimasto invariato, sempre nella stessa posizione ben visibile.

    La causa per cui vi scrivo si presenta ieri:
    navigando su Google mi imbatto in un sito che offre lo stesso identico servizio che propongo io. Nulla di strano, è un nuovo tipo di servizio ed è normale che nascano dei concorrenti. Il problema è che, aprendo il loro sito, la prima cosa che noto è un claim che recita “This is the start of a new period”. Insomma, uguale al mio solo tradotto in inglese. Incuriosito dalla coincidenza, cerco questa società sui social network e scopro che ha bloccato la mia pagina aziendale e conseguente non posso trovarla se non usando un altro profilo (ciò significa, a parer mio per semplice deduzione, che erano a conoscenza dell’esistenza del mio sito e del mio brand).
    Mi accordo anche che il dominio del loro sito attuale nasce a settembre 2020 (due mesi dopo il mio) e che hanno un sito più vecchio (registrato ad aprile 2020) in cui però non è presente in alcun punto il claim “This is the start of a new period”.
    Questo mi fa sorgere un dubbio riguardo la loro buona fede nell’utilizzare quel claim, troppo simile al mio, specie per quanto riguarda il gioco di parole di ciclo (che può essere inteso sia come mestruale che temporale) e period (anch’esso può essere legato al ciclo e al tempo). Purtroppo, il claim, dal mio punto vista, è parte integrante di un brand, aiuta a creare l’immagine dell’azienda e a creare advertising accattivanti e copiarlo significa prendere un pezzo di un altro brand, cadendo nel plagio.

    Io sono incline a inviare pec al loro fondatore in cui richiedo in via amichevole la sostituzione di quel claim entro una settimana.

    Un vostro consiglio su quali passi sarebbe opportuno fare in casistiche simili?

    Vi ringrazio,
    Cordiali Saluti

    Caschetto
    Amministratore del forum
    Post totali: 4

    Salve sig. Proietti
    Per quello che leggo lei ha sicuramente ragione, così come condivido che la prima sua azione da intraprendere per la tutela e salvaguardia delle sue ragioni sia quella di inviare una pec di diffida con i contenuti da lei stesso espressi ed intravisti come tale. Dia un termine di almeno 8 gg dopodiché in caso decorso infruttuoso di tale termine, le consiglio di contattare un suo avvocato di fiducia affinché dia immediato corso alle attività giudiziarie del caso in considerazione dei molteplici aspetti che a mio avviso costituiscono gravi illeciti della condotta posta in essere da questo soggetto.

    Molto cordialmente
    Avv Saverio Lauretta

Stai visualizzando 2 post - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.