Nel 2015, ho subito una delicatissima operazione chirurgica di ernia cervicale. Successivamente ho accusato diversi problemi che non mi permettono di condurre una vita normale. Tutti gli specialisti che ho consultato ritengono che i disturbi abbiano origine in un errore nell’esecuzione dell’intervento. L’operazione era sicuramente complicata e presentava molti rischi di cui io, avendo firmato il consenso informato, ero al corrente. Pensate che ci siano gli estremi per richiedere un risarcimento?

Risposta: L'art. 2236 c.c. dispone che "se la prestazione implica la soluzione di problemi tecnici di speciale difficoltà il prestatore d'opera non risponde dei danni se non in caso di dolo o colpa grave". La legge sembra suggerire che nei casi di "speciale difficoltà" la responsabilità del medico sia limitata agli errori "gravi" o al

Nel corso del 2018 è nata mio figlia affetta da gravissima malformazione agli organi interni ed al cervello. Tutti gli esami eseguiti da mia moglie durante la gestazione hanno dato esito negativo. Non conoscere tutto questo ci ha impedito di valutare la possibilità di praticare l’interruzione di gravidanza. Posso ottenere un risarcimento?

Risposta: E’ In primo luogo necessario accertare se gli esami effettuati sono stati quelli di routine o specifici di fronte ad una  gravidanza che presentava  dei rischi dopodicchè confrontare il tipo e genere di esami di esami eseguiti con la malattia riscontrata alla nascita. Non essendo a conoscenza di specifiche informazioni in merito, si può

Nel 2016 ho subito in ospedale un intervento chirurgico di appendicite. La ferita mi fa molto male. Secondo alcuni medici che ho consultato, i problemi sono stati causati da una errata suturazione della ferita prima e da una altrettanta errata medicazione postoperatoria. Vorrei chiedere il risarcimento dei danni al chirurgo che mi ha operato sebbene le medicazioni sono state eseguite da altri medici.

Risposta: Innanzitutto deve sapere  che in caso di giudizio sarà un medico specialista competente in materia (CTU) nominato dal Tribunale che valuterà le conseguenze provocate dall'intervento. Per quanto concerne l’individuazione del soggetto cui richiedere il risarcimento, la legge impone al responsabile dell’intervento chirurgico - cioè a colui che guida l’equipe medica – l’obbligo di vigilanza

Torna in cima