Ho ereditato da mio padre una collezione di armi da sparo rientranti nella dizione di „armi da sparo antiche, artistiche o rare“. Al fine di rendere più razionale la collezione vorrei venderne alcune, di tipologia diversa dalle altre. Quali disposizioni devo osservare per essere in regola?

Risposta. Lei è dunque titolare di una licenza di collezione di armi da sparo antiche, artistiche o rare. Deve in primo luogo munirsi di autorizzazione ministeriale alla vendita, in quanto il Ministero può vietare lo smembramento di collezioni che rivestano un eccezionale interesse artistico o storico. Deve poi accertarsi dell’identità dell’acquirente e verificare che lo

Di |2018-07-24T17:43:14+02:00Luglio 24th, 2018|Categorie: , |0 Commenti

Il contratto preliminare (o compromesso)

Risposta: Il contratto preliminare  (anche detto,impropriamente, compromesso) è l'accordo con il quale le parti si  obbligano reciprocamente alla stipula di un successivo contratto definitivo. Con il contratto preliminare, in sostanza, non si trasferisce la titolarità di un bene, ma ci si obbliga a tale trasferimento in un secondo momento (ad es. perché si vogliono verificare la persistenza dell'interesse

Di |2018-07-24T11:07:18+02:00Luglio 24th, 2018|Categorie: , |0 Commenti

Ho convissuto per molti anni con una ragazza che mi ha poi lasciato. Nel corso della convivenza avevo acquistato una serie di oggetti di valore che tenevo nella casa; avevo inoltre intestato alla mia ex convivente un conto corrente con una cospicua somma di denaro. Posso riprendermi questi beni e il denaro sul conto?

Risposta: La Cassazione, con la pronuncia del 30 dicembre 2013, n. 28718, ha stabilito  che i beni mobili acquistati da uno dei conviventi durante la convivenza al termine del rapporto rientrano nell’esclusivo titolarità  di tale soggetto, purchè costui dimostri, con prove documentali o testimoniali, di esserne stato l’acquirente e purchè il convivente non intestatario non

Di |2018-04-15T20:52:56+02:00Aprile 15th, 2018|Categorie: |0 Commenti

Ho convissuto per circa quattro anni con un uomo, in una casa di sua proprietà. Ho poi deciso di lasciarlo e poco dopo avendo ancora le chiavi dell’alloggio mi sono recata con il mio nuovo compagno nella casa ove vivevo prima e ho preso una serie di oggetti, tra cui un prezioso pianforte che lui aveva comperato e che io utilizzavo, essendo una pianista. Mi è stato detto da alcune amiche che ho sbagliato e che lui potrebbe rivalersi su di me. E‘ vero ?

Risposta:  Quando due persone convivono senza essere sposate, non possono fruire del regime patrimoniale della comunione legale fra coniugi. Pertanto ognuno dei due diviene l’esclusivo proprietario dei beni da lui acquistati. Se il convivente si porta poi via i beni mobili di casa, acquistati dall’ex convivente, si rende responsabile di furto. La Cassazione ha confermato

Di |2018-04-15T20:52:10+02:00Aprile 15th, 2018|Categorie: |0 Commenti

Sono titolare di un bed and breakfast sito nelle Langhe che ho chiamato: „Rose, narcisi e tulipani“. Nei giorni scorsi ho ricevuto un atto di citazione da parte di un Bed and Breakfast che non menziono, per non violare la privacy, sito in Caserta, la cui ditta fa riferimento al nome di un altro fiore. Nella citazione si afferma che io avrei fatto concorrenza sleale, utilizzando un nome idoneo a produrre confusione con quello di un mio concorrente. Io non vedo quale confusione possa esservi rispetto ad un bed and brakfast posto a centinaia di chilometri dal mio.

Risposta: la tematica è regolata da una serie di norme, tra cui l’art. 2598 c.c., in base al quale compie atti di concorrenza sleale chiunque usi nomi o segni distintivi idonei a produrre confusione con i nomi o segni distintivi legittimamente usati da altri. Si tratta dunque di verificaree se sia o meno configurabile tale

Di |2018-04-15T20:51:02+02:00Aprile 15th, 2018|Categorie: |0 Commenti

Sono un apicultore e vivo nel timore che qualche mio sciame possa scappare. In questo caso ho il diritto di inseguirlo, anche a costo di entrare nel terreno di proprietà altrui?

Risposta: il caso è espressamente regolato dall’art. 924 c.c., in base al quale il proprietario di uno sciame d’api ha il diritto di inseguirlo sul fondo altrui, ma deve indennizzarne il proprietario per l’eventuale danno cagionato al fondo; se non ha inseguito le api entro due giorni, il proprietario del fondo ove le api sono

Di |2018-04-15T20:11:15+02:00Aprile 15th, 2018|Categorie: |0 Commenti

In cosa consistono il deep linking e il framing e in quali casi sono consentiti?

Risposta: È innanzi tutto necessario distinguere le varie tipologie di link esterni (collegamenti a siti diversi da quello che si sta visionando): surface linking- è il classico link che consiste nel trasferire il visitatore alla home page di un altro sito. deep linking- consiste nel rinviare alla pagina di un altro sito, ma diversa dalla

Di |2018-04-15T20:10:37+02:00Aprile 15th, 2018|Categorie: |0 Commenti

Come viene tutelato il diritto d’autore su Internet?

Risposta: Tutte le opere dell'ingegno di carattere creativo che appartengono alle scienze, alla letteratura, alla musica, alle arti figurative, all'architettura, al teatro e alla cinematografia, qualunque ne sia il modo o l'espressione, formano oggetto del diritto d'autore (art. 2575 c.c.). Il diritto d'autore si acquista originariamente con la creazione dell'opera (tranne i casi specifici in

Di |2018-04-15T20:04:26+02:00Aprile 15th, 2018|Categorie: |0 Commenti

Come viene tutelato il nome a dominio (domain name)?

Risposta:In materia di comportamenti illeciti aventi ad oggetto i nomi a domio si distinguono, tra i più diffusi, il cybersquatting dal domain grabbing. Il cybersquatting ha ad oggetto l'acquisizione della titolarità di domini corrispondenti a nomi di nomi di persona o generici al fine di rivenderli o comunque trarne profitto. Il domain grabbing ha invece come scopo quello di registrare illecitamente un

Di |2018-04-15T19:45:40+02:00Aprile 15th, 2018|Categorie: |0 Commenti

Quali sono i diritti di chi acquista beni o servizi via Internet?

Risposta: Il D. lgs. 22.5.1999, n. 185, relativo alla protezione dei consumatori in materia di contratti a distanza, stabilisce che il consumatore, in tempo utile, prima della conclusione di qualsiasi contratto a distanza, deve ricevere le seguenti informazioni (art. 3): identità del fornitore e, in caso di contratti che prevedono il pagamento anticipato, l'indirizzo del fornitore; caratteristiche

Di |2018-04-15T19:44:38+02:00Aprile 15th, 2018|Categorie: |0 Commenti
Torna in cima