Perchè un soggetto dovrebbe rivolgersi ad un centro APF piuttosto che andare direttamente da un avvocato ?

Innanzitutto perché la filosofia dei Centri APF è di fare tutto ciò che è possibile per orientare e facilitare la ricerca di soluzioni stragiudiziali e solo se tale ricerca, condotta fino allo stremo, non da risultati si passa ad orientare e facilitare le soluzioni giudiziali come extrema ratio verso la tutela e difesa dei diritti.

Questo, come ben si comprende, vuol dire tanto sia in termini di costi ma, soprattutto, in termini di consapevolezza e tranquillità psicologica di aver fatto e di stare facendo quanto di meglio è possibile.

Oltre a questo rileva anche il vantaggio della rapidità che si riflette nella tempestività dell’intervento perché il Tutor è a disposizione dell’Utente ma nello stesso tempo anche dell’Avvocato con cui, grazie all’attività collaborativa, l’intervento diventa più agevole a partire dalla  fase   preliminare  dell’azione   dove, grazie all’attività preparatoria e alla esibizione della produzione documentale «che mette sul tavolo dell’Avvocato» tutto ciò gli facilita anche l’inquadramento dei fatti controversi e, conseguentemente, la giusta strada da intraprendere per definire l’adeguata soluzione del caso.

Infine rileva la particolarità e unicità dei Centri APF che è quella di avere a disposizione, gratuitamente, un Tutor che orienta e facilita la richiesta che gli viene rivolta di tutela e difesa dei propri diritti, fosse anche, ad esempio, un’informazione o un parere legale, una controversia da risolvere, una lettera legale da formulare, un contratto da redigere e così via.

In buona sostanza, con l’attività del Tutor si aggiungono cavalli in più alla tutela e difesa dei diritti delle persone, delle imprese e delle organizzazioni.